Confusi su come poter venire in vacanza in Thailandia?

Facciamo prima un passo indietro.

Perchè lo so, nell’ultimo anno di confusione ne abbiamo fatta tanta. 

E sia chiaro, non è colpa nostra.

Non è colpa delle agenzie viaggi, dei tour operator e non è nemmeno colpa dei viaggiatori se nessuno ci capisce più niente: se dobbiamo puntare il dito contro qualcosa, è probabilmente per via dei costanti cambiamenti delle regole che i governi attuano per far viaggiare le persone.

Metti qui a Phuket, dove vivo io. 

Prima si entrava con la quarantena, poi col Sandbox, poi col Test & Go, poi ancora il Sandbox e ora ancora il Test & Go, però modificando tutte le regole.

In più, da Febbraio 2022, l’Italia decide di inserire Phuket nei corridoi turistici e questo finisce per generare ancora più casino nella testa di chi vuole partire che finisce col dire: “non ci ho capito niente, sto a casa che è meglio”.

Facciamo chiarezza sulla situazione attuale

Prima di addentrarci nella procedura, mi preme che tu capisca una cosa fondamentale.

Ci sono regole dettate dal governo thailandese e regole dettate dal governo italiano.

 

Il governo thailandese dice: 

Dall’Italia puoi venire in vacanza come turista in Thailandia. 

Per entrare in Thailandia hai due opzioni:

Se non sei vaccinato, ci dispiace ma devi fare 10 giorni di quarantena in hotel, non puoi andare in giro.

Se sei vaccinato, puoi entrare senza quarantena, tuttavia devi seguire una procedura chiamata Thailand Pass (che io ti spiegherò dopo).

 

Il governo italiano dice:

Al momento la Thailandia è in lista E, significa che non sono consentiti i viaggi per turismo, che tu sia vaccinato o meno.

Tuttavia abbiamo aperto un corridoio turistico per Phuket che ti permette di andare a Phuket con un viaggio organizzato tramite agenzia viaggi in Italia e ti permette di non fare nessuna quarantena fiduciaria al ritorno.

 

Allora. Facciamo chiarezza.

Posso andare quindi in vacanza in Thailandia?

Secondo la Thailandia sì, non ci sono problemi.

Secondo l’Italia no, non puoi salvo entrare col corridoio turistico solo a Phuket.

 

Ecco, capisci bene che questo genera confusione.

Devi sapere due cose fondamentali.

La prima è che anche se decidi di venire a Phuket con un corridoio turistico (quindi stare solo a Phuket con viaggio organizzato dall’Italia da un’agenzia viaggi), devi comunque sottostare alle regole thailandesi, quindi fare il Thailand Pass.

Non puoi solo seguire le regole italiane. Devi comunque entrare con le regole thailandesi, ovvero fare il Thailand Pass. Ovviamente l’agenzia ti dovrebbe fare tutta la burocrazia per te. Almeno penso.

 

La seconda cosa importante che devi sapere è che tanti italiani sono partiti lo stesso per la Thailandia negli ultimi mesi e non hanno avuto nessun tipo di problema, l’unica differenza è che hanno fatto la quarantena fiduciaria al rientro in Italia (cosa che col corridoio turistico di Phuket non si deve fare).

E’ giusto o sbagliato? Non siamo qui per giudicare. Io voglio solo dirti come stanno le cose.

Tantissimi italiani sono arrivati con la procedura Test & Go e hanno girato liberamente per tutta la Thailandia.

 

Passiamo ai fatti. Come fare il Test & Go (Thailand Pass)

Entriamo ora nel vivo del caos più totale.

Siediti e preparati uno snack. 

Il Thailand Pass è un documento digitale che ti lascia entrare in Thailandia e va richiesto e fatto approvare prima di partire. 

Il Test & Go invece è la procedura che devi seguire una volta che atterri in Thailandia.

Per fare il Thailand Pass ti occorre:

  •  Un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi
  •  Un visto turistico rilasciato in Ambasciata o Consolato thailandese in Italia (solo se vuoi stare più di 30 giorni)
  • Se stai meno di 30 giorni in Thailandia non ti serve il visto perchè farai il VISA EXEMPTION, ovvero l’esenzione visto quando atterri.
  • I minori sotto i 18 anni devono registrarsi per il Thailand Pass insieme al genitore/tutore.
  • Per i bambini sotto i 6 anni che viaggiano con il genitore o tutore legale non è richiesto né la vaccinazione né il test Rt-PCR prima della partenza. Una volta in Thailandia, saranno sottoposti a test COVID-19 salivare.
  • I viaggiatori con ciclo vaccinale completo che hanno contratto il COVID-19 e sono guariti da almeno 14 giorni ma da non più di 3 mesi prima dell’ingresso in Thailandia e che desiderino entrare in Thailandia con il programma Test and Go possono utilizzare un Certificato di Guarigione EU o un Certificato Medico che confermi che sono completamente guariti o asintomatici per entrare in Thailandia nel caso in cui il test PCR risultasse positivo (un test PCR prima della partenza è comunque richiesto).
  • Per poter entrare in Thailandia con il programma Test and Go, i viaggiatori non vaccinati o con ciclo vaccinale incompleto che hanno contratto il COVID-19 da più di 3 mesi prima dell’ingresso in Thailandia devono aver ricevuto almeno 1 dose di vaccino per il COVID-19 dopo l’infezione. I viaggiatori con ciclo vaccinale completo prima dell’infezione saranno considerati completamente vaccinati.
  • Si prega di notare che i tempi di rilascio del Thailand Pass sono di  3–7 giorni lavorativi. Si consiglia pertanto di programmare il viaggio in anticipo e di richiedere il Thailand Pass almeno 7 giorni lavorativi prima della prevista partenza.
  • Poiché la procedura prevede la verifica e l’autenticazione dell’hotel, si consiglia ai viaggiatori di prenotare il soggiorno in hotel direttamente con l’hotel stesso.

Quindi che devo fare se ho gia la vaccinazione?

Devi innanzitutto prenotare il volo per la Thailandia (puoi atterrare a Bangkok o a Phuket o dove ti pare).

Successivamente devi prenotare l’hotel SHA Extra plus.

Che diavolo è lo SHA Extra plus?

Lo SHA Extra plus è una certificazione che la struttura dove andrai a pernottare è a norma con le regole anti Covid. Ormai quasi tutti gli hotel sono SHA Extra plus.

Dove trovo questi hotel SHA Extra plus?

Li trovi su Booking.com,  Agoda.com o su https://web.thailandsha.com/shaextraplus

Hanno sempre la scritta SHA Extra plus o il simbolo tipo questo:

Devi prenotare la prima notte e (aimè) anche la tua quinta notte in un hotel Sha Extra Plus. Gli altri giorni puoi anche dormire in tenda in spiaggia che non interessa a nessuno.

Possono essere anche due hotel diversi in luoghi diversi quelli del primo e del quinto giorno.

Inoltre devi prenotare il transfer SHA plus dall’aeroporto (quando atterri in Thailandia) all’hotel SHA Extra Plus che hai scelto.

Questo transfer te lo organizza l’hotel oppure se vuoi e se sei a Phuket anche noi (scrivimi a info@siamadventureworld.com se vuoi). 

Durante il primo giorno e il quinto giorno dovrai fare il tampone e attendere il camera l’esito negativo prima di poter uscire liberamente.

Nel caso del primo giorno, il tampone dovrai farlo in aeroporto e il risultato ti verrà dato entro 24 ore mentre attenderai in camera.

Questi tamponi vanno prenotati e pagati prima di partire!

Per questo io personalmente ti consiglio di contattare sempre l’hotel dove hai prenotato per coordinare tutto, oppure se prenoti tramite terzi tipo Booking o Agoda, successivamente contatta sempre l’hotel.

 

 

Poi devi pensare ad assicurarti, perché è obbligatorio avere una copertura assicurativa di almeno 50.000 us dollars contro il Covid. Se non vuoi cercare da te, puoi fare tranquillamente la AXA Sawasdee Thailand. Non è una pubblicità e nessuno mi paga per promuoverla, semplicemente la ritengo la scelta migliore.

 

Una volta che avrai il volo prenotato (andata e ritorno), l’hotel o gli hotel SHA Extra Plus prenotati e pagati (per il primo e quinto giorno), i tamponi prenotati e pagati, il transfer prenotato e pagato e la tua assicurazione di viaggio, puoi fare il Thailand Pass.

 

Per fare il Thailand Pass devi entrare in questo sito e seguire attentamente la procedura, dove dovrai inserire i tuoi dati e caricare i documenti richiesti (carica immagini JPG e non PDF).

Ricordati di farlo il prima possibile perché a volte ci mettono anche 7 giorni lavorativi o il sistema va in tilt!

 

Se hai bisogno di supporto e assistenza perchè non ti arriva il Thailand Pass, puoi guardare questa pagina dove troverai vari numeri di telefono o email da contattare. 

Ricordati comunque di controllare sempre anche la tua email nella cartella spam / junk.

 

 

Una volta che avrai ottenuto il Thailand Pass, ricordati che dovrai fare anche un tampone in Italia prima della partenza.

 

 

Ti invito a controllare questa pagina dell’Ambasciata thailandese a Roma per ulteriori informazioni ed aggiornamenti.

 

 

Voglio entrare col corridoio turistico a Phuket

Se vuoi entrare a Phuket col corridoio turistico devi per forza organizzare il tuo viaggio con un pacchetto offerto da un’agenzia viaggi o tour operator dall’Italia. Contatta la tua agenzia di fiducia e lasciati guidare da loro. Ricorda che col corridoio turistico potrai visitare solo ed esclusivamente Phuket. 

Non ho il vaccino!

Se non hai il vaccino al momento devi ancora fare 10 giorni di quarantena presso una struttura AQ (alternative quarantine). 

Puoi leggere tutte le informazioni presso la TAT thailandese con i vari aggiornamenti.

Traduzione della procedura ufficiale in italiano!

  • Sul sito della TAT thailandese c’è tutta la procedura spiegata bene, ma so che alcuni non parlano inglese. Mi sono presa la briga di tradurre tutto per te. 
 

Se ti fa piacere, ricordati che puoi offrirmi una pizza come modo di ringraziarmi cliccando sull’icona verde col caffè a lato di questa pagina.

Se non puoi o non ti va, non preoccuparti. L’importante è che hai capito come venire in Thailandia e che hai apprezzato il lavoro e l’impegno per questo articolo. 

 

 

TRADUZIONE

 

Il programma TEST & GO è ripreso dal 1 febbraio 2022

 

Tutte le nuove domande di TEST & GO Thailand Pass devono presentare la prova del pagamento anticipato per 2 test RT-PCR e alloggio (SHA Extra Plus (SHA++), AQ, OQ o AHQ) il giorno 1 e il giorno 5, nonché un trasferimento prestabilito il Giorno 1.

 

 

Schema di ingresso Test and Go

 

 

Dal 1° febbraio 2022, i viaggiatori completamente vaccinati provenienti da qualsiasi paese del mondo possono richiedere un TEST & GO Thailand Pass fino a 60 giorni prima.

 

Viaggiatori idonei

 

• Cittadini thailandesi.

• Viaggiatori stranieri, inclusi ma non limitati a diplomatici, ospiti del governo, titolari di permessi di lavoro thailandesi, studenti e loro familiari e pazienti in cerca di cure mediche.

 

Paesi ammissibili

• Tutti i paesi/territori.

 

Requisiti prima dell’arrivo

 

Tutti i viaggiatori devono avere i seguenti documenti per entrare in Thailandia:

 

Un Thailand Pass, che può essere applicato tramite https://tp.consular.go.th/

 

Un certificato medico con un risultato di laboratorio RT-PCR che indica che il COVID-19 non è stato rilevato rilasciato non più di 72 ore prima del viaggio.

 

I viaggiatori di età inferiore a 6 anni, che viaggiano con genitori con risultato negativo del test RT-PCR entro 72 ore prima del viaggio, non sono tenuti ad avere un risultato negativo al test RT-PCR prima dell’arrivo e possono sottoporsi al test della saliva quando entrano nel Regno.

 

Per gli arrivi via acqua, tutti a bordo delle navi devono avere un certificato medico con un risultato di laboratorio RT-PCR che indichi che il COVID-19 non è stato rilevato entro il periodo di tempo ufficialmente specificato. Chiunque sia a bordo con una storia di infezione da COVID-19 in un periodo compreso tra 14 e 90 giorni deve avere un certificato medico di guarigione.

 

Una polizza assicurativa con copertura non inferiore a US $ 50.000. TAT consiglia ai viaggiatori di assicurarsi di controllare la piccola stampa di qualsiasi polizza assicurativa COVID-19 prima dell’acquisto. In definitiva, la polizza dovrebbe coprire il costo del trattamento e altre spese mediche associate all’infezione da COVID-19, inclusi il ricovero ospedaliero, l’isolamento ospedaliero, l’isolamento in hotel o la relativa quarantena.

La polizza assicurativa dovrebbe coprire anche l’intera durata che i viaggiatori hanno in programma di rimanere in Thailandia, più almeno 10 giorni in più a titolo precauzionale nel caso in cui il risultato del secondo tampone del viaggiatore risulti positivo.

I thailandesi e gli espatriati stranieri nell’ambito della copertura sanitaria nazionale thailandese sono esentati da questo requisito.

 

Una prova del pagamento anticipato per 2 notti separate di alloggio in hotel approvati dal governo, come SHA Extra Plus (SHA++), AQ, OQ o AHQ il giorno 1 e il giorno 5, e le spese per 2 test RT-PCR il giorno 1 e il giorno 5.

Il pagamento anticipato per il giorno 1 deve includere un alloggio, un test e un trasferimento prestabilito dall’aeroporto all’hotel.

I viaggiatori possono prenotare 2 hotel diversi per l’alloggio il giorno 1 e il giorno 5. Tuttavia, sia il giorno 1 che il giorno 5, devono rimanere all’interno della stanza per il risultato del test RT-PCR.

Il secondo test RT-PCR non sarà richiesto se la durata del soggiorno del viaggiatore è inferiore a 5 notti o se la sua data di partenza internazionale programmata fuori dalla Thailandia è il giorno 5 o prima. Ad esempio, se il viaggiatore prevede di rimanere in Thailandia per 3 giorni, non deve sottoporsi al secondo test RT-PCR, ma deve partire immediatamente per un altro paese. Tuttavia, se il viaggiatore dovrà sostenere un altro test RT-PCR dipende dalla compagnia aerea e dalla destinazione internazionale finale.

 

Un certificato di vaccinazione/recupero COVID-19

Tutti i maggiori di 18 anni devono essere completamente vaccinati per COVID-19 con un vaccino approvato almeno 14 giorni prima di recarsi in Thailandia.

 

I viaggiatori di età compresa tra 12 e 17 anni che viaggiano in Thailandia non accompagnati devono essere vaccinati con almeno 1 dose di un vaccino approvato. Chi viaggia con i genitori è esonerato da tale obbligo.

 

I viaggiatori di età compresa tra 6 e 11 anni, che viaggiano con i genitori, sono esentati da tale obbligo.

 

Per gli arrivi via acqua, tutti a bordo devono essere completamente vaccinati. Questo è ad eccezione dei viaggiatori di età inferiore ai 18 anni, che viaggiano con i genitori o tutori.

 

I viaggiatori con una storia di infezione da COVID-19 che si sono ripresi con cure mediche e i viaggiatori che hanno ricevuto almeno 1 dose di un vaccino approvato dopo l’infezione devono avere un certificato di guarigione da COVID-19.

 

Tutti i viaggiatori devono sottoporsi allo “screening dell’uscita” al punto di partenza, ovvero al banco del check-in della compagnia aerea e presentare i documenti richiesti al responsabile per l’esecuzione dei controlli.

 

Requisiti all’arrivo / Durante il soggiorno

 

Tutti i viaggiatori devono sottoporsi a “screening all’ingresso”, incluso il controllo della temperatura corporea al punto di ingresso.

 

Presentare la documentazione richiesta al Funzionario Immigrazione/Controllo Sanitario per l’effettuazione dei controlli, quindi procedere attraverso l’Immigrazione per le procedure di ingresso.

Procedere all’alloggio prestabilito o alla struttura medica per sottoporsi al primo test RT-PCR. 

Il viaggio deve essere effettuato con un veicolo SHA Plus predisposto su percorso asfaltato. Quindi, tutti i viaggiatori devono attendere il risultato del test  all’interno dell’hotel. I viaggiatori di età inferiore ai 6 anni, che viaggiano con i genitori, possono sottoporsi al test della saliva.

Se risultano negativi al COVID-19, i viaggiatori sono liberi di andare ovunque in Thailandia. 

Tuttavia, devono rimanere nella loro sistemazione prepagata il giorno 5 e sottoporsi al secondo test COVID-19 utilizzando la tecnica RT-PCR (devono rimanere nella stanza per il risultato del test RT-PCR). 

Il secondo test può essere sostenuto anche quando i viaggiatori avvertono sintomi respiratori.

I viaggiatori il cui risultato del test risulta positivo saranno indirizzati a cure mediche appropriate in conformità con la legge thailandese sulle malattie trasmissibili B.E. 2558 (2015). 

Le spese devono essere coperte dall’assicurazione richiesta per i viaggiatori stranieri o dalla copertura sanitaria nazionale per i thailandesi e gli espatriati stranieri idonei. 

TAT consiglia ai viaggiatori di controllare bene leggendo tutte le clausole della polizza assicurativa COVID-19 prima dell’acquisto.

In definitiva, la polizza dovrebbe coprire il costo del trattamento e altre spese mediche associate all’infezione da COVID-19, inclusi il ricovero ospedaliero, l’isolamento ospedaliero, l’isolamento in hotel o la relativa quarantena. 

La polizza assicurativa dovrebbe coprire anche l’intera durata che i viaggiatori hanno in programma di rimanere in Thailandia, più almeno 10 giorni in più a titolo precauzionale nel caso in cui il risultato del secondo tampone del viaggiatore risulti positivo.

In attesa delle loro condizioni, potrebbero essere consigliati dal punto di vista medico di ricevere cure in isolamento in ospedale o in comunità.

Durante la ricezione delle cure mediche – almeno 10 giorni, devono rimanere solo nel loro alloggio. Non dovrebbero lasciare il loro alloggio se non in caso di assoluta necessità e devono avvisare l’ufficiale responsabile del controllo delle malattie trasmissibili.

Dopo essersi ripresi dal COVID-19, riceveranno un certificato medico di guarigione.

Mentre si trovano in Thailandia, si consiglia ai viaggiatori di seguire rigorosamente le buone pratiche di igiene personale standard; ad esempio, indossare una mascherina in pubblico, mantenere l’igiene delle mani (lavarsi con acqua e sapone o utilizzare un disinfettante per le mani) e mantenere una distanza fisica di almeno 1 metro dagli altri.

I viaggiatori che presentano sintomi simili al COVID dovrebbero essere sottoposti a test. Se risultano positivi devono ricevere un trattamento medico appropriato. Quelli con appuntamento per il test COVID-19 devono essere testati.

Tutti i viaggiatori devono scaricare e installare l’applicazione MorChana e attivarla in ogni momento per le misure precauzionali COVID-19 e per registrare il risultato il giorno 5-6 nell’applicazione.

Nel frattempo, i viaggiatori che hanno applicato/ottenuto il codice QR del Thailand Pass prima del 22 dicembre 2021, con date di arrivo programmate in Thailandia dal 24 dicembre 2021 in poi, devono ancora sottoporsi al secondo test COVID-19 utilizzando la tecnica RT-PCR presso le strutture designate dal governo il giorno 5-6 del loro soggiorno in Thailandia o quando manifestano sintomi respiratori (senza costi aggiuntivi).

Linee guida per la partenza nazionale/internazionale

Per la partenza nazionale, i viaggiatori devono mostrare la prova di aver ricevuto un risultato negativo per il test RT-PCR.

 

Per la partenza internazionale, è responsabilità dei viaggiatori o delle loro organizzazioni assicurarsi che i viaggiatori soddisfino i requisiti della loro specifica destinazione internazionale indipendentemente dal punto di partenza.

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE

10 cose che non sai sulla Thailandia

Vivere all’estero, per la precisione qui a Phuket in Thailandia, mi ha permesso di imparare…

Dove dormire a Phuket: la guida definitiva

Dove dormire a phuket diviso per zone i migliori hotel, la guida definitiva

Lavorare in Thailandia, ecco la mia esperienza a Phuket.

E’ davvero impossibile lavorare in Thailandia? La mia esperienza a Phuket. No, non è impossibile…

Naiyang Beach, una perla sottovalutata

Scopri la spiaggia di Nai Yang a Phuket, una spiaggia sicuramente bella e sottovalutata.

Quando andare a Phuket? Ecco il periodo migliore per la tua vacanza a Phuket

Hai deciso di fare un viaggio in Thailandia e visitare l’isola più bella e famosa…

Viaggio in Thailandia: dal 1 Luglio 2022 fine di tutte le restrizioni

Ecco come entrare in Thailandia dal 1 Luglio 2022 - fine del Thailand Pass