viaggiaphuket

La guida completa alle isole Similan

by Giulietta Maditerraodivolo

Condividi:

Facebook
X
Telegram
WhatsApp

Immaginate un angolo di paradiso nel cuore del Mar delle Andamane, dove le acque sono così cristalline da sembrare trasparenti e le spiagge di sabbia bianca così soffici da sembrare talco.

Benvenuti alle isole Similan, un arcipelago di rara bellezza. Questo gruppo di nove isole, il cui nome deriva dalla parola malese “sembilan” che significa “nove”, è un vero gioiello per gli amanti della natura e dell’avventura.

Le Similan non sono solo un luogo di straordinaria bellezza naturale, ma anche un’area protetta con una storia affascinante. Scoperte dai subacquei negli anni ’70 e riconosciute come Parco Nazionale Marino nel 1982, queste isole offrono un’esperienza unica sia sopra che sotto l’acqua. Tuttavia, visitarle richiede un po’ di pianificazione: non è possibile pernottare e i tour giornalieri possono essere affollati. Ma ne vale la pena, fidatevi.

In questo post, vi porterò alla scoperta di tutto ciò che rende le Similan così speciali: dalla loro formazione geologica alla loro storia, dalle regole rigide per preservare questo ecosistema unico ai consigli pratici per la visita. Preparatevi a un viaggio emozionante e indimenticabile tra le meraviglie di questo arcipelago incantevole.

FORMAZIONE E GEOLOGIA DELLE SIMILAN

Le isole Similan, con la loro bellezza senza tempo, raccontano una storia geologica affascinante. Queste isole sono di origine granitica, formatesi oltre 65 milioni di anni fa durante l’era Mesozoica, un periodo in cui i dinosauri dominavano la Terra. Il granito, una roccia ignea intrusiva, si è formato dalla lenta solidificazione del magma sotto la superficie terrestre. Col tempo, i movimenti tettonici e l’erosione hanno portato queste formazioni rocciose alla luce, creando le spettacolari isole che vediamo oggi.

I massicci monoliti di granito che caratterizzano le Similan sono il risultato di milioni di anni di attività geologica. Questi imponenti blocchi di roccia emergono drammaticamente dalle acque turchesi, creando un contrasto mozzafiato con le spiagge di sabbia bianca che li circondano. La superficie rugosa e scolpita del granito è stata modellata dall’azione incessante degli elementi naturali, come il vento e l’acqua, che hanno creato formazioni uniche e affascinanti.

La combinazione di rocce granitiche, spiagge di sabbia bianca e acque azzurre crea un panorama che lascia senza fiato chiunque lo contempli. Le formazioni rocciose delle Similan non sono solo spettacolari da vedere, ma offrono anche un habitat ideale per una ricca varietà di vita marina e terrestre. Le foreste tropicali che ricoprono le isole sono lussureggianti e vibranti, ospitando una sorprendente biodiversità, tra cui uccelli esotici, rettili e piccoli mammiferi.

Il granito delle Similan non è solo una meraviglia visiva, ma anche una testimonianza della storia geologica della Terra. Le sue caratteristiche distintive, come le venature e le inclusioni minerali, raccontano storie di antiche eruzioni vulcaniche e di immense pressioni sotterranee. Camminare tra questi massicci monoliti è come fare un viaggio indietro nel tempo, esplorando le profondità della storia del nostro pianeta.

Inoltre, la geologia unica delle Similan ha creato una serie di grotte sottomarine e formazioni rocciose che sono paradisi per i subacquei. Questi luoghi nascosti sotto la superficie dell’acqua sono popolati da coralli colorati e una miriade di creature marine, rendendo ogni immersione un’avventura indimenticabile. Le strutture rocciose offrono ripari e rifugi naturali, favorendo la biodiversità marina e creando un ecosistema vibrante e vitale.

FORMAZIONE DEI CORALLI DELLE ISOLE SIMILAN

Uno dei più grandi malintesi sui coralli è che spesso vengono scambiati per rocce o piante; in realtà, i coralli sono animali. Le barriere coralline, come quelle delle isole Similan, sono un amalgama di polipi di corallo che vivono in uno scheletro di carbonato di calcio. I polipi di corallo, minuscoli animali marini, filtrano il diossido di carbonio dall’acqua di mare e lo trasformano per creare uno scheletro di calcare. Contemporaneamente, estraggono nutrienti attraverso la fotosintesi, grazie alla simbiosi con le alghe zooxanthellae, per far crescere la colonia di coralli. Poiché i coralli necessitano di luce per crescere, solo la superficie del corallo è viva. Ad esempio, quando si incontra un grande corallo cerebrale (Faviidae), solo lo strato esterno è vivo, mentre la massa interna del corallo è composta dagli scheletri dei polipi di corallo deceduti.

Quando i polipi di corallo muoiono, lasciano solo il guscio calcareo morto del loro corpo. Questo è il motivo per cui una barriera corallina morta, col tempo, appare come una gigantesca roccia calcarea.

Non tutte le isole e le barriere coralline sono create allo stesso modo. Una volta che un’isola o un monte sottomarino si forma a causa del movimento tettonico, ciò che accade successivamente può portare a caratteristiche geologiche molto diverse tra le varie isole della stessa catena. Questo spiega le differenze tra la geologia granitica delle isole Similan e altri siti come Koh Bon e Richelieu Rock, che sembrano calcari agli osservatori casuali.

A seconda delle condizioni dell’acqua e della temperatura dopo la formazione delle isole, i coralli iniziano a crescere, vivere e morire sulla roccia. Col passare dei millenni, la roccia di base viene coperta da uno spesso strato di scheletri di corallo calcareo, con coralli che crescono all’esterno.

Con il sollevamento e la subsidenza delle rocce nel tempo, queste barriere frangiflutti si trasformano in barriere coralline, isole calcaree e atolli. Questo processo può persino creare le splendide lagune coralline delle cartoline. Quando il centro di un’isola inizia a sprofondare e scompare nel fondo del mare, lascia intatto tutto il corallo attorno al suo bordo, creando un muro circolare di corallo con una bellissima laguna turchese al centro.

La ricerca ha mostrato che perforando la maggior parte di questi blocchi calcarei, si raggiunge alla fine uno strato di base di roccia vulcanica che costituisce le fondamenta su cui l’isola o la barriera si è formata. Questo processo crea anche pinnacoli corallini sottomarini, dove il centro è sprofondato appena sotto il livello del mare, creando un tavolo di corallo piatto. Che la subsidenza continui o meno e crei una laguna dipende solo dal caso.

Le isole Similan, con la loro combinazione di rocce granitiche e coralli vibranti, offrono un esempio perfetto di come la geologia e la biologia possono lavorare insieme per creare paesaggi mozzafiato e ecosistemi vitali.

SCOPERTA DELLE ISOLE SIMILAN

L’arcipelago delle Similan è rimasto un segreto ben custodito fino agli anni ’70, quando i primi subacquei e esploratori iniziarono a scoprire la straordinaria bellezza delle sue barriere coralline. Prima di quel periodo, le isole erano praticamente sconosciute al turismo internazionale e anche a molti thailandesi. La loro scoperta ha aperto un nuovo mondo per gli appassionati di immersioni e snorkeling, attirando l’attenzione globale grazie alla loro biodiversità marina senza pari e ai panorami sottomarini mozzafiato.

Il nome “Similan” deriva dalla parola malese “sembilan”, che significa “nove”, in riferimento alle nove isole principali che compongono l’arcipelago. Queste isole, con le loro acque cristalline, spiagge di sabbia bianca e formazioni rocciose granitiche uniche, sono rapidamente diventate una delle destinazioni più ambite per i subacquei di tutto il mondo.

Con l’aumento del turismo e della notorietà delle isole Similan, è emersa la necessità di proteggere questo fragile ecosistema.

Nel 1982, il governo thailandese ha riconosciuto l’importanza ecologica e turistica delle isole e ha istituito il Parco Nazionale Marino delle Isole Similan. Questa decisione è stata fondamentale per garantire la conservazione delle barriere coralline, delle specie marine e dell’ecosistema unico che caratterizza l’arcipelago.

Il Parco Nazionale Marino delle Isole Similan copre un’area di 140 chilometri quadrati, includendo non solo le isole ma anche le acque circostanti, che ospitano una ricca biodiversità marina. La protezione offerta dal parco ha permesso alla vita marina di prosperare, rendendo le Similan uno dei migliori siti di immersione del mondo. La regolamentazione rigorosa delle attività turistiche e delle immersioni ha contribuito a preservare l’integrità ecologica dell’arcipelago.

La creazione del parco nazionale ha portato anche a una maggiore consapevolezza ambientale e a iniziative di ricerca scientifica. Scienziati e biologi marini hanno studiato intensamente le Similan per comprendere meglio le dinamiche degli ecosistemi corallini e sviluppare strategie di conservazione efficaci. Questi studi hanno rivelato informazioni preziose sulla biodiversità marina e hanno contribuito a educare il pubblico sull’importanza della conservazione delle barriere coralline.

NOMI E NUMERI DELLE ISOLE SIMILAN

L’arcipelago delle Similan è composto da undici isole principali, numerate da nord a sud. Ognuna di queste isole ha caratteristiche uniche che le rendono speciali. Ecco una descrizione dettagliata di ciascuna isola:

  1. Koh Huyong (Isola 1):

    • Attività: Nessuna
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Hu Yong, è un’importante area di nidificazione per le tartarughe marine, quindi l’accesso è molto limitato per proteggere queste creature delicate.
  2. Koh Payang (Isola 2):

    • Attività: Nessuna
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Pa Yang, è famosa per le sue formazioni rocciose uniche ed è chiusa al turismo per preservare il suo ambiente naturale.
  3. Koh Payan (Isola 3):

    • Attività: Nessuna
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Pa Yan, è chiusa al turismo per motivi di conservazione, offrendo rifugio a numerose specie marine e terrestri.
  4. Koh Miang (Isola 4):

    • Attività: Trekking, snorkeling, relax in spiaggia.
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Meang, è sede della stazione dei ranger del parco e ospita due splendide spiagge: Honeymoon Beach e Princess Beach. Quest’ultima è una delle preferite dai visitatori per il suo fascino incontaminato.
  5. Koh Ha (Isola 5):

    • Attività: Snorkeling, immersioni.
    • Curiosità: È un’isola molto piccola situata vicino a Koh Miang (Isola 4), ma offre eccellenti opportunità di esplorazione sottomarina.
  6. Koh Payu (Isola 6):

    • Attività: Snorkeling, immersioni.
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Pa Yu, è famosa per i suoi meravigliosi giardini di corallo e il punto di immersione “West of Eden”, che attira subacquei da tutto il mondo.
  7. Koh Hin Pousar (Isola 7):

    • Attività: Snorkeling, immersioni.
    • Curiosità: Conosciuta anche come “Elephant Head Rock” per la sua caratteristica forma rocciosa, presenta formazioni rocciose uniche e una vita marina diversificata.
  8. Koh Similan (Isola 8):

    • Attività: Punto panoramico, snorkeling, relax in spiaggia, avvistamento tartarughe.
    • Curiosità: La più grande delle isole, famosa per il punto panoramico “Sail Rock”, da cui si può ammirare una vista spettacolare sulla Donald Duck Bay. Tuttavia, è una spiaggia molto affollata durante tutta la giornata.
  9. Koh Ba-ngu (Isola 9):

    • Attività: Snorkeling, immersioni.
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Bayu, è famosa per il punto di immersione “Christmas Point”, un luogo di grande interesse per i subacquei per la sua abbondante vita marina e le formazioni coralline spettacolari.
  10. Koh Bon (Isola 10):

    • Attività: Immersioni.
    • Curiosità: Anche conosciuta come Koh Talu, non fa parte delle Similan originali ma è famosa per le sue immersioni e ora fa parte del Parco Nazionale Marino delle Isole Similan.
  11. Koh Tachai (Isola 11):

    • Attività: Nessuna (chiusa al turismo).
    • Curiosità: Un tempo famosa per le sue spiagge bianchissime e i punti di immersione, ora è chiusa al turismo per rigenerazione per permettere alla natura di recuperare.

Queste isole formano il cuore del Parco Nazionale Marino delle Isole Similan, un’area protetta che copre 140 chilometri quadrati, includendo sia la terra che le acque circostanti. La protezione rigorosa di questo parco garantisce che l’eccezionale biodiversità delle Similan rimanga intatta per le future generazioni di visitatori.

COME RAGGIUNGERE LE ISOLE SIMILAN

Le isole Similan sono accessibili principalmente dal porto di Thap Lamu, situato a circa 80 km a nord di Phuket. Tuttavia, ci sono alcuni dettagli importanti da considerare per pianificare al meglio il vostro viaggio verso questo paradiso marino.

1. Restrizioni sul Pernottamento

È importante sapere che attualmente non è possibile pernottare sulle isole Similan. Questa misura è stata adottata per preservare l’ecosistema fragile delle isole e garantire che le generazioni future possano continuare a godere della loro bellezza incontaminata. Pertanto, tutte le visite sono limitate a tour giornalieri.

2. Partenze da Phuket e Khao Lak

Mentre è possibile organizzare transfer da Phuket, la maggior parte dei tour parte da Khao Lak. Questo perché Khao Lak è più vicino alle Similan e offre un accesso più rapido e conveniente. Le barche veloci (speedboat) dal porto di Thap Lamu impiegano circa 70-90 minuti per raggiungere le isole, garantendo un viaggio relativamente breve e confortevole. Partire da Phuket richiede un trasferimento via terra fino a Khao Lak, che può allungare il tempo complessivo del viaggio.

3. Periodo di Apertura

Le isole Similan sono aperte ai visitatori solo dal 15 ottobre al 15 maggio. Durante il resto dell’anno, il parco nazionale è chiuso per permettere alla natura di rigenerarsi e per evitare i rischi associati alla stagione dei monsoni. Pianificate la vostra visita in Thailandia in questo periodo per assicurarvi di poter esplorare le isole.

4. Evitare la Folla: Il Nostro Tour

Per offrire un’esperienza più tranquilla e intima, i nostri tour con la guida in italiano partono al mattino prestissimo. Questo ci permette di arrivare sulle isole prima della maggior parte degli altri visitatori, garantendo un’esperienza meno affollata e più piacevole. Potrete godere delle splendide spiagge e delle acque cristalline delle Similan in relativa tranquillità, prima che arrivi la massa di turisti.

Prenotando con noi, non solo avrete la garanzia di un servizio professionale e attento, ma anche l’opportunità di scoprire le meraviglie delle isole Similan in modo più esclusivo. Le nostre guide esperte parlano italiano e vi accompagneranno in un viaggio indimenticabile, facendovi scoprire i migliori punti di snorkeling e i panorami più mozzafiato.

Scopri di più sul nostro tour e prenota oggi stesso!

Le isole Similan offrono un’esperienza unica, e con la giusta pianificazione, potrete godere al massimo di tutto ciò che questo paradiso ha da offrire. Scegliete un tour che parte presto al mattino per evitare la folla e assaporare la bellezza delle isole in pace e serenità:) 

QUANDO ANDARE ALLE ISOLE SIMILAN?

La stagione migliore per visitare le isole Similan è durante la stagione secca, che va da novembre a maggio. Questo periodo è ideale per godersi le isole al massimo delle loro potenzialità, grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli. Il mese migliore è Febbraio.Vediamo nel dettaglio perché questo è il momento migliore per visitare e cosa aspettarsi durante questi mesi.

Condizioni Meteo Ideali

Durante la stagione secca, le isole Similan offrono cieli sereni e temperature calde, che rendono l’esperienza di visita estremamente piacevole. Le giornate sono lunghe e soleggiate, con pochissima pioggia, creando le condizioni perfette per attività all’aperto come snorkeling, immersioni e trekking. Le temperature medie oscillano tra i 28 e i 32 gradi, garantendo un clima caldo ma non eccessivamente afoso.

Acque Calme e Visibilità Eccellente

Le acque intorno alle isole Similan sono particolarmente calme durante la stagione secca, rendendo le condizioni ideali per immersioni e snorkeling. La visibilità sott’acqua può raggiungere fino a 30 metri, permettendo di ammirare chiaramente le meravigliose barriere coralline e la ricca fauna marina. Questa è la stagione in cui è più probabile incontrare una varietà di specie marine, dai colorati pesci tropicali alle maestose tartarughe marine e, con un po’ di fortuna (molta fortuna), anche squali balena e mante.

Parco Nazionale Chiuso durante la Stagione dei Monsoni

Dal 15 maggio al 15 ottobre, le isole Similan sono chiuse ai visitatori. Questa chiusura coincide con la stagione dei monsoni, durante la quale le condizioni meteorologiche possono essere imprevedibili e pericolose, con piogge abbondanti, mari agitati e venti forti. La chiusura stagionale non solo garantisce la sicurezza dei visitatori, ma permette anche alla natura di rigenerarsi. Durante questo periodo, le barriere coralline e gli ecosistemi marini possono recuperare dall’impatto del turismo, contribuendo a mantenere l’ambiente naturale in ottime condizioni per la stagione successiva.

Pianificazione del Viaggio

Se state pianificando una visita alle isole Similan, è consigliabile prenotare con anticipo il tour, soprattutto nei mesi di punta tra dicembre e febbraio, quando l’affluenza turistica è al massimo. Questo vi garantirà di trovare posto nei tour migliori e di vivere un’esperienza più tranquilla. Inoltre, scegliendo un tour che parte presto al mattino, come quelli offerti dalla nostra agenzia, potrete evitare la folla e godervi la bellezza delle isole in relativa tranquillità.

COSA FARE ALLE ISOLE SIMILAN

Immersioni e Snorkeling

Le isole Similan sono un paradiso per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling. Questi siti sono rinomati a livello mondiale per la loro straordinaria biodiversità marina e le eccezionali condizioni di visibilità. Ecco cosa rende le Similan una destinazione imperdibile per queste attività:

 

  • Barriere Coralline Colorate: Le barriere coralline delle Similan sono tra le più vibranti e ricche del mondo. Qui potrete ammirare una vasta gamma di coralli duri e molli, che creano paesaggi sottomarini mozzafiato. I colori vivaci dei coralli e la diversità delle loro forme rendono ogni immersione un’esperienza unica.

  • Banchi di Sabbia Bianca e Formazioni Rocciose: Oltre alle barriere coralline, i fondali delle Similan offrono anche banchi di sabbia bianca e spettacolari formazioni rocciose. Questi ambienti diversificati ospitano una varietà di specie marine, offrendo scenari affascinanti da esplorare.

  • Grotte Sottomarine: Le isole sono punteggiate da numerose grotte sottomarine, che rappresentano un’ulteriore attrazione per i subacquei più esperti. Queste grotte offrono rifugi sicuri per molte specie marine e creano un’atmosfera misteriosa e avventurosa.

  • Biodiversità Marina Straordinaria: Le Similan ospitano una delle più ricche biodiversità marine del pianeta. Tra le specie che potrete incontrare ci sono pesci tropicali di ogni forma e colore, tartarughe marine, murene, barracuda, e occasionalmente squali balena e mante. Le acque intorno alle isole pullulano di vita, offrendo uno spettacolo continuo ad ogni immersione.

  • Punti di Immersione Famosi: Alcuni dei punti di immersione più celebri delle Similan includono:

    • Christmas Point (Isola 9 – Koh Ba-ngu): Conosciuto per le sue formazioni coralline spettacolari e la ricca vita marina.
    • West of Eden (Isola 6 – Koh Payu): Un giardino di coralli che attira subacquei da tutto il mondo per la sua bellezza incontaminata.
    • Elephant Head Rock (Isola 7 – Koh Hin Pousar): Un sito di immersione unico con imponenti formazioni rocciose che ricordano la testa di un elefante.

Le condizioni di immersione sono ottimali durante la stagione secca, con acque calme e visibilità che può raggiungere i 30 metri. Questo rende le Similan una destinazione ideale per i subacquei di tutti i livelli, dai principianti agli esperti.

 

Escursioni e Trekking

Le isole Similan non offrono solo meraviglie sottomarine, ma anche spettacolari opportunità di escursioni e trekking. Ecco alcune delle attività terrestri più affascinanti che potrete svolgere:

  • Sentieri nella Foresta Tropicale: Le isole sono ricoperte da lussureggianti foreste tropicali, con sentieri che si snodano attraverso la vegetazione. Questi percorsi offrono la possibilità di esplorare la flora locale, osservare uccelli esotici e, con un po’ di fortuna, incontrare alcune delle specie animali che popolano l’arcipelago.

  • Punti di Osservazione Panoramici: I sentieri conducono spesso a punti di osservazione panoramici che offrono viste mozzafiato sull’arcipelago. Il più famoso di questi è il “Sail Rock” sull’isola Similan (Koh Similan), che offre una vista spettacolare sulla Donald Duck Bay e sulle acque circostanti.

 

Relax sulle Spiagge

Se preferite il relax all’avventura, le isole Similan offrono alcune delle spiagge più belle e incontaminate della Thailandia:

  • Spiagge di Sabbia Bianca e Acque Turchesi: Le spiagge delle Similan sono rinomate per la loro sabbia bianca e finissima, e per le acque turchesi cristalline. Questi angoli di paradiso sono ideali per rilassarsi, prendere il sole e fare il bagno.

  • Spiagge Famosissime: Tra le spiagge più note ci sono:

    • Honeymoon Beach e Princess Beach sull’isola Koh Miang (Isola 4): Queste spiagge offrono un’atmosfera tranquilla e romantica, perfette per chi cerca un po’ di pace lontano dalla folla.
    • Spiaggia di Koh Similan (Isola 8): Sebbene molto affollata durante tutta la giornata, questa spiaggia è imperdibile per la sua bellezza e le sue acque limpide.
 

Con i tour organizzati, seguirete un percorso che include le isole 8 e 4 e sessioni di snorkeling nei punti migliori dell’arcipelago. Questo itinerario è studiato per offrirvi un’esperienza completa e indimenticabile, toccando i punti salienti delle Similan.

Se tuttavia desiderate maggiore flessibilità e preferite esplorare le isole a vostro piacimento, potete optare per un charter vip privato (i prezzi di solito per un motoscafo privato di 750 cavalli che va alle isole Similan partono da 1500/2000 Euro per una giornata intera). Questa opzione vi permetterà di personalizzare il vostro itinerario e visitare i luoghi che più vi interessano senza dover seguire un percorso prestabilito (rimanendo comunque nelle regole del parco marino!). Per organizzare un charter privato e ricevere un preventivo senza impegno, non esitate a contattarci.

PRO E CONTRO NEL VISITARE LE ISOLE SIMILAN

Pro

  1. Bellezza Naturale: Le isole Similan offrono paesaggi mozzafiato, sia sopra che sotto l’acqua. Le spiagge di sabbia bianca, le acque turchesi e le barriere coralline colorate creano uno scenario da cartolina che è difficile da battere.
  2. Attività di Immersione e Snorkeling di Classe Mondiale: La biodiversità e la qualità dei siti di immersione sono eccezionali. Le acque limpide e calme offrono condizioni ideali per esplorare i meravigliosi fondali marini, pieni di coralli vibranti e vita marina esotica.
  3. Tranquillità al Mattino Presto: Con i nostri tour che partono al mattino presto, avrete l’opportunità di godere delle isole prima dell’arrivo della folla, permettendovi di esplorare in relativa tranquillità e di vivere un’esperienza più esclusiva.
  4. Esperienza Organizzata: Partecipare a un tour organizzato significa avere tutto pianificato e gestito, dal trasporto al cibo, permettendovi di rilassarvi e godervi la giornata senza preoccupazioni logistiche.

Contro

  1. Accessibilità Limitata: Le isole sono accessibili solo via mare, e il viaggio può essere lungo specialmente se si parte da Phuket. La maggior parte dei tour parte da Khao Lak, il che richiede un trasferimento aggiuntivo per chi alloggia a Phuket. 
  2. Stagionalità: Il parco è chiuso durante la stagione dei monsoni, da maggio a ottobre, limitando il periodo di visita. Questo può rendere difficile pianificare un viaggio se avete un calendario rigido.
  3. Turismo di Massa: Durante l’alta stagione, alcune delle isole più popolari possono diventare molto affollate, influenzando l’esperienza complessiva. Nonostante i nostri sforzi per evitare la folla con partenze mattutine, è possibile che le spiagge e i punti di immersione siano comunque affollati durante la giornata. 
  4. Itinerario Fisso: I tour organizzati seguono un percorso prestabilito che include le isole 8 e 4 e sessioni di snorkeling. Se desiderate avere maggiore flessibilità, potrebbe essere necessario organizzare un charter privato che tuttavia non vi consente in ogni caso di raggiungere zone vietate del parco marino. 
 

Partecipare a un tour in giornata alle isole Similan è un’opportunità fantastica per scoprire uno dei parchi marini più belli del mondo, ma è importante essere consapevoli dei pro e dei contro per pianificare al meglio la vostra visita. Se desiderate un’esperienza più personalizzata, non esitate a contattarci per organizzare un charter privato e ricevere un preventivo.

Con la giusta pianificazione, le isole Similan offrono un’esperienza indimenticabile che combina avventura, bellezza naturale e relax. Che scegliate un tour organizzato o un charter privato, vi garantiamo che vi innamorerete di questo angolo di paradiso.

Ci vediamo su al punto panoramico! 

A presto, Giulietta 

Condividi:

Facebook
X
Telegram
WhatsApp
Cerca

categorie

post recenti

Escursione a Koh Rok & Koh Haa-21
Escursione alle isole di Krabi da Phuket-22
Escursione alle isole Surin-53
la Baia di Phang Nga
Koh Yao Yai VIAGGIAPHUKET-32
tour alle isole phi phi

LEGGI LA GUIDA GRATUITA DI PHUKET (in arrivo!)

Leggi e salvati sul telefono la guida completamente gratuita di Phuket.

PRENOTA ORA I TOUR

Prenota ora, hai la cancellazione gratuita entro 24H.

whatsapp

Contattaci su WhatsApp (solo messaggi) per ottenere assistenza gratuita per le tue vacanze a Phuket

×