viaggiaphuket

10 cose da fare prima di partire per la Thailandia

by Giulietta Maditerraodivolo

Condividi:

Facebook
X
Telegram
WhatsApp

Pronti per il viaggio in Thailandia? Aspettate un attimo!

Un viaggio inizia prima della partenza. Inizia nella nostra mente e poi nella sua progettazione.

Lo so, sognate già le spiagge bianche, templi dorati e una cultura totalmente diversa dalla nostra che vi avvolge con il suo calore esotico: la Thailandia vi chiama, ma prima di tuffarvi in questo paradiso del sudest asiatico, c’è qualcosa che dovete sapere! Preparare le valigie non è mai stato così emozionante, ma… avete pensato a tutto?

Con la nostra guida “10 cose da fare prima di partire per la Thailandia”, vi assicuriamo che la vostra esperienza sarà non solo indimenticabile ma sopratutto senza intoppi. 

1. Passaporto e Visto: Il VOSTRO Biglietto d'Accesso

Prima di immergervi nelle acque cristalline della Thailandia o di esplorare i suoi templi millenari, assicuratevi che i vostri documenti siano in regola. Il primo passo per un viaggio senza pensieri è comprendere bene cosa serve per entrare nel Paese del Sorriso.
 

1. Passaporto

Deve essere valido per almeno sei mesi dopo la data di ingresso prevista in Thailandia. Verificate la data di scadenza del vostro passaporto ora, così da avere abbastanza tempo per rinnovarlo se necessario.

 

2. Visto

Le regole sui visti possono variare a seconda della durata del vostro soggiorno e del motivo del viaggio (turismo, lavoro, studio). Per la maggior parte dei viaggiatori che intendono restare meno di 60 giorni (in vigore dal 1 giugno 2024), l’ingresso in Thailandia è facilitato grazie alla possibilità di entrare senza visto, ovvero entrare con visa exemption (non per tutte le nazionalità, ma per gli italiani e comunità europea in generale sì e puoi verificare qui). Tuttavia, è fondamentale verificare le ultime disposizioni in materia di visti prima della partenza, dato che le politiche possono cambiare.

Non trascurate questo step: un piccolo errore in questa fase potrebbe trasformare il vostro sogno in un vero e proprio incubo burocratico. Per evitare problemi, consultate sempre il sito ufficiale dell’ambasciata o del consolato thailandese nel vostro Paese per le informazioni più aggiornate e precise.

Preparare i documenti necessari con anticipo vi lascerà più tempo per concentrarvi su quello che davvero conta: vivere la Thailandia al massimo delle vostre possibilità!

2. Assicurazione di Viaggio: Non Lasciate al Caso la Vostra Salute in Thailandia

Avventurarsi in Thailandia promette esperienze entusiasmanti, ma è essenziale non dimenticare un aspetto cruciale: la sicurezza sanitaria. A differenza dell’Italia, dove il sistema sanitario è accessibile a tutti, in Thailandia le spese mediche possono essere molto elevate, specialmente negli ospedali privati utilizzati dai turisti come il Bangkok Hospital che offrono standard di cura comparabili a quelli occidentali. Senza un’adeguata assicurazione di viaggio, potreste trovarvi di fronte a costi inaspettati e significativi.

 

Perché è indispensabile? Gli ospedali in Thailandia, sebbene di alta qualità, costano cari. Una semplice visita di emergenza può trasformarsi in una spesa enorme. Questo rende l’assicurazione di viaggio non solo consigliata, ma essenziale per proteggere voi stessi e il vostro portafoglio da eventuali sorprese spiacevoli.

 

La soluzione Heymondo: Fortunatamente, con Heymondo avete la possibilità di viaggiare senza preoccupazioni. Offrendo coperture complete che spaziano dall’assistenza sanitaria internazionale alle emergenze mediche, passando per cancellazioni e bagagli, Heymondo si afferma come la scelta ottimale per i viaggiatori consapevoli. Per i nostri lettori, abbiamo ottenuto un sconto del 10% su qualsiasi polizza con Heymondo. Assicuratevi di partire con la giusta copertura visitando il sito attraverso il nostro link di affiliazione e approfittate dello sconto esclusivo. L’offerta è automaticamente applicata al checkout, facilitando l’accesso a questa protezione essenziale per il vostro viaggio.

Non sottovalutate l’importanza di una copertura assicurativa in Thailandia. Gli ospedali non sono economici come in Italia, e un’assicurazione adeguata è il vostro migliore investimento per un viaggio sereno e sicuro. Con Heymondo, partite alla grande, sapendo che ogni eventualità è già stata presa in considerazione.

3. MONETA LOCALE E GESTIONE DELLE FINANZE

Il momento di parlare di quattrini è arrivato!

So che può sembrare noioso, ma gestire bene le proprie finanze in viaggio è essenziale per evitare brutte sorprese e godersi ogni momento senza pensieri. Ecco qualche dritta da chi ha imparato sul campo (cioè io!) su come navigare il mondo dei baht thailandesi senza intoppi.

 

 

  • Prima di partire: verifica delle Carte 
    Prima di partire, fate un salto alla vostra banca per assicurarvi che le vostre carte siano pronte per l’avventura in Thailandia. Non c’è nulla di peggio che ritrovarsi con una carta inutilizzabile! Un piccolo check-up bancario vi risparmierà da situazioni imbarazzanti o problematiche (e ne ho viste parecchie negli anni). 

 
  • Tasso di Cambio: Occhio all’Aeroporto
    All’arrivo, resistete alla tentazione di cambiare tutti i vostri Euro in Baht direttamente in aeroporto; il tasso di cambio lì può essere un vero furto! Cambiate giusto quel tanto che serve per arrivare a destinazione e poi cercate gli exchange locali, dove troverete tassi molto più vantaggiosi.

 
  • Attenzione alle Commissioni degli ATM 
    Ogni prelievo da ATM in Thailandia viene “premiato” con una commissione fissa di circa 220 Baht. Meglio prelevare somme più consistenti meno frequentemente, se possibile.

 
  • Spese Nascoste con Carte di Credito
    Quando usate la carta, alcuni esercenti potrebbero aggiungere una commissione extra sul vostro acquisto, che può raggiungere e superare il 3%. Il mio consiglio? Chiedete sempre prima di pagare se ci sono commissioni aggiuntive e valutate se conviene pagare in contanti.

 
  • Non Calpestare i Soldi, per Favore!
    Ricordate che ogni banconota porta l’immagine del Re, e in Thailandia il Re si rispetta molto. Calpestare o trattare male i soldi è considerato offensivo e illegale. Mostrate il vostro rispetto consegnando i soldi direttamente nelle mani di chi vi sta servendo (in Italia lasciarli sul bancone non è segno di scortesia ma qui non lo fa nessuno). 

 
  • Prezzi Esposti? No al Contrattare
    Se in un negozio i prezzi sono esposti, non è il caso di contrattare. Riserviamo il nostro talento nel contrattare ai mercatini turistici, dove invece è parte del gioco!

 

Ricordatevi questi piccoli ma importanti consigli, e la gestione dei vostri soldi in Thailandia sarà una brezza, lasciandovi tutto il tempo per concentrarvi sulle cose davvero importanti: avventure indimenticabili, paesaggi mozzafiato e quella sensazione magica di esplorare un mondo completamente nuovo.

4. Motorini e Auto: Viaggiare in Libertà (Ma con Cervello!) in Thailandia

Se siete pronti a immergervi e sfrecciare nelle strade thailandesi, avvolti dal profumo di street food e cullati dal suono del mare (no, non è vero, se siete a Phuket o Bangkok c’e sempre un gran traffico!) ecco qualche dritta preziosa per voi, specialmente se avete deciso di conquistare le strade con motorini o auto a noleggio.

 

 

Per guidare legalmente motorini in Thailandia, con una cilindrata di almeno 125cc che rappresenta lo standard nel Paese, è fondamentale che i viaggiatori siano in possesso di una patente di guida internazionale per moto. Questo documento deve affiancare la propria patente nazionale, garantendo altresì la validità della copertura assicurativa durante l’uso del veicolo. In altre parole, se avete la patente B in Italia e fate la patente internazionale, non è sufficiente per guidare gli scooter. Vi serve convertire la patente A della moto. 

 

 

Per guidare legalmente le auto in Thailandia, serve la patente internazionale accompagnata dall’originale (nel nostro caso la B italiana). 

 

 

In Thailandia vengono riconosciute due tipologie di patente internazionale:

 

  • La Patente Internazionale secondo la Convenzione di Ginevra del 1949, valida per un anno e utilizzabile nei 101 Paesi aderenti.
  • La Patente Internazionale secondo la Convenzione di Vienna del 1968, con una validità di tre anni e accettata in 84 Paesi.
 

Per ottenere la patente internazionale, puoi rivolgerti all’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile, optando per una procedura fai-da-te che comporta costi minori. Alternativamente, è possibile affidarsi a un’autoscuola o a un’agenzia di pratiche auto, le quali possono facilitare l’intero processo a fronte di un servizio a pagamento.

 

Questa patente internazionale conferma che il titolare è qualificato per guidare un motorino secondo gli standard internazionali, assicurando la conformità con le normative vigenti in Thailandia. È quindi cruciale procurarsi questo documento prima di partire per evitare eventuali complicazioni legali e assicurative. E non dimenticare l’originale a casa!

Avere la patente internazionale, insieme a una consapevole preparazione e rispetto delle norme locali, permette ai viaggiatori di esplorare la Thailandia in motorino con serenità e sicurezza, godendo appieno dell’esperienza di viaggio nel rispetto delle leggi e delle regole del Paese ospitante.

 

Fondamentali del Noleggio Veicoli:

Gestione del Passaporto: È fondamentale non lasciare mai il passaporto come cauzione presso le agenzie di noleggio. Consigliamo vivamente di fornire una copia del documento, mantenendo l’originale al sicuro con sé. Il passaporto è un documento prezioso e deve essere sempre custodito con cura! Lasciate come deposito dei soldi. 

 

Documentazione del Veicolo: Prima di prendere il veicolo, è prudente documentare con foto e video lo stato attuale del mezzo. Questo passaggio è cruciale per prevenire eventuali disaccordi o richieste di risarcimento per danni non causati durante il noleggio.

 

Assicurazione: In Thailandia, è consigliabile essere coperti da un’assicurazione completa per affrontare qualsiasi eventualità con maggiore serenità. Ricordati tuttavia che gli scooter spesso mancano di assicurazione o hanno assicurazioni che non coprono mai danni a terzi. Ricordati sempre di avere la tua assicurazione di viaggio insieme alla tua patente internazionale e la patente italiana originale. 

 

Attenzione alle Norme di Circolazione: L’uso del casco su motorini non è solo una precauzione, ma un obbligo legale, così come l’utilizzo delle cinture di sicurezza in auto. È importante anche rispettare il limite di alcolemia dello 0,05%, per evitare sanzioni e garantire una guida sicura. 

 

Importanza della Sicurezza Stradale: La guida in Thailandia richiede attenzione e prudenza, date le differenti abitudini di circolazione, come la guida a sinistra. Se non si è esperti nella guida di motorini, potrebbe essere opportuno valutare altre forme di trasporto. L’obiettivo è garantire un’esperienza positiva e sicura durante il soggiorno. Mi chiedete sempre se in Thailandia sono pericolose le zanzare, i serpenti, gli squali.. NO! Le strade sono pericolose!!! Quindi fate attenzione. 

 

Responsabilità nella Scoperta: Esplorare la Thailandia offre l’opportunità unica di scoprire luoghi incantevoli e immergersi nella cultura locale. È importante, tuttavia, procedere con rispetto per le normative, la cultura e l’ambiente. Una condotta responsabile arricchisce l’esperienza di viaggio e contribuisce alla conservazione delle bellezze del Paese. Ricorda anche che girare in scooter per la Thailandia a torso nudo o in costume da bagno e segno di grande maleducazione!

 

Con questi consigli, siete pronti a esplorare la Thailandia in totale sicurezza e con la giusta preparazione. Approcciatevi alla guida con serietà e alla vita con un pizzico di leggerezza: il vostro viaggio sarà ricco di emozioni, scoperte e avventure indimenticabili. 

5. INTERNET e SIM CARD IN THAILANDIA: RIMANERE CONNESSI SENZA COMPLICAZIONIE

Nell’era digitale, restare connessi anche quando si è in viaggio è diventato non solo una comodità, ma una necessità. Sia che vogliate condividere immediatamente le vostre esperienze sui social media, sia che abbiate bisogno di mappe online per esplorare senza intoppi, avere una connessione internet affidabile è essenziale. Ecco come fare in Thailandia:

 

Acquisto SIM Card in aeroporto: Al vostro arrivo in Thailandia, una delle prime cose da fare è procurarsi una SIM card turistica. Operatori come DTAC, AIS o TRUEMOVE offrono soluzioni convenienti che vi permetteranno di avere dati internet a prezzi accessibili fin dai primi momenti del vostro viaggio. Un vantaggio non trascurabile è che potrete mantenere il vostro account WhatsApp con il numero italiano, facilitando la comunicazione con amici e famiglia a casa senza cambiare numero.

 

Evitare le Code: Optare per una SIM Virtuale: Per coloro che preferiscono evitare attese inutili in aeroporto o desiderano avere tutto pronto ancor prima di partire, c’è una soluzione innovativa e comoda: la SIM virtuale. Un esempio è offerto da Airalo (https://airalo.tp.st/6rqprHDw), dove potete acquistare e configurare la vostra eSIM turistica per la Thailandia in modo semplice e veloce. Questa opzione non solo vi risparmia tempo, ma offre anche la flessibilità di gestire il vostro piano dati direttamente dallo smartphone, senza necessità di sostituire fisicamente la SIM card.

 

Vantaggi della SIM Virtuale:

  • Praticità: Acquistate e gestite il vostro piano dati direttamente online, senza bisogno di visitare negozi fisici.
  • Velocità: Attivate la vostra connessione dati non appena atterrate, senza attese.
  • Flessibilità: Scegliete il piano che meglio si adatta alle vostre esigenze di viaggio, con la possibilità di cambiare o rinnovare in qualsiasi momento.
 

In conclusione, che optiate per una SIM card tradizionale acquistata all’arrivo o per una SIM virtuale pre-acquistata online, assicurarvi una connessione dati in Thailandia è un passo cruciale per un viaggio sereno e ricco di condivisioni. 

6. Gestione dei Farmaci per il Vostro Viaggio in Thailandia

Preparare la valigia per un viaggio in Thailandia richiede attenzione anche alla gestione dei farmaci, soprattutto per chi è abituato a portare con sé una scorta per ogni evenienza. Ecco alcune linee guida utili:

 

Farmaci da Banco: Una buona notizia per i viaggiatori è che in Thailandia è possibile trovare facilmente un’ampia gamma di farmaci da banco, rendendo superfluo il bisogno di portare con sé scorte eccessive da casa. Farmacie ben fornite sono presenti ovunque, dalle grandi città alle località turistiche, con orari di apertura estesi che spesso includono anche la sera. Prodotti come paracetamolo, ibuprofene, antibiotici (sì, non serve la ricetta per gli antibiotici) e altri medicinali comunemente utilizzati sono disponibili senza la necessità di presentare una ricetta. Se non parlate inglese cerca la foto del farmaco su Google e vedrai che sapranno aiutarti. 

 

Farmaci Particolari e Prescrizioni: Per i viaggiatori che necessitano di farmaci specifici per condizioni mediche particolari, è consigliabile portare una quantità adeguata per l’intera durata del soggiorno. In questi casi, è importante avere con sé una lettera del medico in inglese (non in italiano) che descriva la condizione e la prescrizione dei farmaci correlati. Questo documento può facilitare il processo doganale e servire come giustificazione in caso di necessità di acquistare farmaci equivalenti in Thailandia.

 

Consigli Pratici:

 

  • Consultazione Pre-Viaggio: Per chi segue terapie mediche specifiche, è utile consultare il proprio medico prima della partenza, per valutare la quantità di farmaci da portare e ottenere la documentazione necessaria.
  • Documentazione: Mantenete la lettera del medico e le prescrizioni originali con voi, in modo da evitare possibili incomprensioni o problemi alla dogana.
  • Verifica: Anche se molti farmaci sono disponibili senza ricetta, è sempre buona norma verificare la disponibilità specifica dei medicinali di cui avete bisogno una volta arrivati in Thailandia, specialmente se si tratta di prodotti particolari.

7. Convivenza con la Fauna Locale in Thailandia: Rispetto e Precauzioni

La Thailandia è un paese straordinario, ricco di biodiversità e habitat naturali che ospitano una vasta gamma di animali, dai più innocui ai potenzialmente pericolosi. Ecco come navigare queste interazioni nel modo più rispettoso e sicuro.

 

Zanzare e Malattie: Le zanzare in Thailandia possono trasmettere malattie come la Dengue e il Chikungunya; quest’ultima l’ho sperimentata personalmente, ed è un’esperienza tutt’altro che piacevole (ho avuto l’artrite per un mese). Tuttavia, il Paese adotta regolari campagne di disinfestazione, riducendo significativamente il rischio di contagio, soprattutto nelle aree urbane e turistiche. La prevenzione rimane la migliore strategia: utilizzate repellenti per zanzare, indossate abbigliamento che copra braccia e gambe durante le ore di picco e dormite in stanze protette o con zanzariere, se avventurate nella natura più selvaggia. Inoltre queste malattie sono già presenti anche nelle zanzare in Italia. 

 

Serpenti, Meduse e Squali: La Thailandia è casa di numerosi serpenti, ma gli incontri pericolosi sono rari se si lasciano in pace e si presta attenzione camminando in aree naturali. Per quanto riguarda le meduse, alcune specie possono essere velenose; evitate di toccarle e informatevi sulle specie comuni nelle acque che intendete esplorare. Gli squali, presenti in alcune zone, rappresentano raramente un pericolo per l’uomo; mantenere una distanza rispettosa è comunque consigliato (anche se per esperienza posso dirti che generalmente sono loro ad allontanarsi dalle persone).

 

Le Scimmie: Sebbene possano sembrare amichevoli e divertenti, è meglio mantenere sempre una certa distanza dalle scimmie. Non solo per la vostra sicurezza ma anche per la loro. Evitate di dar loro cibo o tentare di toccarle, poiché ciò può alterare il loro comportamento naturale e portare a situazioni pericolose. So che tanti lo fanno, ma quello che non sapete è che negli anni ho visto tante persone venire morsicate, e non è una bella esperienza, sopratutto perché poi va fatta la profilassi per la rabbia! 

 

Sandflies: Piccoli Insetti, Grandi Fastidi: Un’altra presenza da tenere in considerazione durante il vostro soggiorno nelle meravigliose spiagge thailandesi sono le sandflies, o mosche della sabbia. Nonostante la loro piccola dimensione, queste creature possono causare morsi fastidiosi e irritazioni della pelle, soprattutto a chi è allergico. La loro presenza è più comune in alcune spiagge selvagge e in certi periodi dell’anno, quindi informarsi localmente può aiutare a evitare le zone più colpite.

 

Precauzioni contro le Sandflies per chi è Particolarmente Sensibile: Per alcune persone, il contatto con le sandflies può andare oltre il semplice fastidio, scatenando reazioni allergiche significative. Se sapete di avere una sensibilità particolare o avete sperimentato reazioni allergiche in passato, ecco alcuni accorgimenti aggiuntivi da tenere in mente:

 

  • Applicazione di Pomate: Per coloro che sviluppano reazioni allergiche ai morsi di sandflies, l’utilizzo di pomate contenenti cortisone può alleviare prurito e infiammazione. È importante applicare il trattamento appena si notano i sintomi e cercare di resistere all’impulso di grattare, poiché ciò può peggiorare l’irritazione e favorire infezioni.

 
  • Attenzione alle Spiagge Selvagge: Anche se la tentazione di esplorare spiagge più isolate e selvagge può essere forte, è bene sapere che queste aree, specialmente quelle con zone d’ombra umide, possono essere habitat ideali per le sandflies. Limitare la permanenza in queste zone durante le ore di maggiore attività degli insetti, generalmente al tramonto e all’alba, può ridurre il rischio di morsi.

 
  • Morsi Invisibili ma Fastidiosi: Un aspetto particolarmente insidioso delle sandflies è che, quando pungono, spesso non ci si accorge immediatamente del loro attacco. La sensazione di prurito e l’apparizione di bolle o irritazioni sulla pelle possono manifestarsi solo dopo qualche ora. Questo ritardo rende ancora più importante adottare misure preventive quando si è in zone a rischio.

 

Adottando questi consigli, potrete godervi le splendide spiagge della Thailandia con maggiore tranquillità, sapendo come proteggervi efficacemente dalle sandflies. Ricordate, la prevenzione e la cura tempestiva sono fondamentali per minimizzare i disagi e godersi appieno ogni momento del vostro viaggio in questo paradiso tropicale.

 

Rispetto per gli Animali e la Natura: Il rispetto per la fauna e gli ecosistemi naturali dovrebbe essere una priorità. Questo significa evitare comportamenti dannosi come:

  • Fare selfie con le scimmie o altri animali selvatici.
  • Dare da mangiare ai pesci o toccare i coralli mentre si fa snorkeling o immersioni; queste pratiche possono danneggiare gravemente gli ecosistemi marini.
  • Usare creme solari eco-compatibili per non inquinare le acque in cui nuotate.
  • Evitare attrazioni turistiche che promuovono l’interazione forzata con animali selvatici, come le foto con le tigri o il cavalcare gli elefanti. Queste attività spesso nascondono pratiche crudeli e sfruttamento.
  • Non incoraggiare il commercio di animali esotici, come fare foto con il lori lento. Questi animali soffrono enormemente a causa dello stress e delle condizioni improprie a cui sono sottoposti per intrattenere i turisti.

Adottando questi comportamenti, contribuirete a proteggere la ricca biodiversità della Thailandia e a garantire che le future generazioni possano godere di queste meraviglie naturali tanto quanto voi. Ricordate, l’avventura e la scoperta possono e devono andare di pari passo con il rispetto e la cura per il mondo che ci circonda.

8. L'Arte del Fare la Valigia alla Giulietta: Consigli Chic per la Thailandia

Preparare la valigia per la Thailandia è un viaggio nell’universo dell’essenziale e del pratico. Ecco come trasformare il vostro bagaglio in un baule dei tesori perfetto per ogni occasione:

 

 

  • La Felpa Salvavita: Perché il freddo degli aeroporti e dei pulmini non vi colga impreparati, una felpa chic vi terrà al caldo dove l’aria condizionata regna sovrana. Sceglietela morbida e alla moda, un vero must-have.

 
  • Ciabatte, le Regine del Comfort: In Thailandia, le ciabatte sono più di un semplice accessorio: sono un manifesto di libertà e comodità. Che siano da due euro o un po’ più ricercate, ciò che conta è sentirsi bene e liberi di esplorare.

 
  • Cappellino e Stile sotto il Sole: Un cappellino non solo vi proteggerà dal sole ma aggiungerà quel tocco in più al vostro look da spiaggia. Sceglietelo colorato e divertente, in perfetto spirito thailandese.

 
  • Abiti Leggeri e Colorati: Lasciatevi avvolgere da tessuti leggeri e patterns vivaci. Gli abiti in cotone o lino saranno i vostri migliori alleati contro il calore, senza mai rinunciare a quel tocco di eleganza. In Thailandia è impossibile non acquistare i pantaloni con i disegni degli elefanti: leggeri, comodi e un must have di ogni viaggio nella terra del sorriso. 

 
  • Spazio per i Tesori: Tenete libero un angolo della valigia per i ricordi di viaggio e gli acquisti spontanei. Artigianato locale, tessuti unici e gioielli etnici saranno i tesori che vorrete portare a casa.

 

E ora, qualche consiglio in più per una vacanza all’insegna del benessere:

 

  • Shampoo e Prodotti di Bellezza: In Thailandia troverete facilmente shampoo, balsami e altri prodotti per la cura personale nei 7Eleven, Top’s, Lotu’s, Supercheap.. ovunque insomma e anche di notte. Potete letteralmente comprare tutto qui, sempre che non vogliate usare i prodotti degli hotel. 

 
  • Creme Solari per Tutti: Le creme solari sono indispensabili sotto il sole tropicale. Anche queste si trovano ovunque, ma se avete una pelle sensibile o preferenze specifiche, includetene una nella vostra valigia. Ricordate di scegliere formule eco-friendly per proteggere anche i magnifici ecosistemi marini thailandesi. Raccomando la protezione 50

 
  • Pannolini ed altro per i Piccoli Viaggiatori: Per chi viaggia con bambini, sapere che in Thailandia si possono trovare facilmente pannolini nei principali negozi come al 7Eleven e supermercati è un vero sollievo. Tuttavia, se il vostro bimbo ha preferenze o necessità specifiche, portarne una scorta da casa può essere una buona idea. In Thailandia si trova anche ovunque il latte in polvere di varie marche ma generalmente non si trovano gli omogeneizzati, salvo forse al Villa Market. 

 
  • Assorbenti per ciclo: Qui si trovano vari tipi di assorbenti (con ali senza ali ecc) ma i Tampax (intendo il marchio) sono poco comuni, meglio portarli dall’Italia. 
 

Con questi accorgimenti, la vostra valigia sarà non solo un concentrato di stile e praticità, ma anche un compendio di tutto ciò che vi servirà per vivere la Thailandia in totale serenità, bellezza e rispetto dell’ambiente. Buon viaggio nel cuore pulsante e colorato della Thailandia, tra avventure indimenticabili e scoperte stilistiche!

9. Rispetto della Cultura: Il Decalogo del Turista Educato in Thailandia

Viaggiare in Thailandia è un’esperienza arricchente che offre la possibilità di immergersi in una cultura profondamente diversa da quella occidentale. Per assicurarsi che la vostra presenza sia rispettosa e ben accetta, ecco un elenco di comportamenti che ogni turista educato dovrebbe adottare:

 

  1. Saluto Tradizionale: Imparate il saluto thailandese, il “wai”, che si esegue portando le mani giunte al petto e facendo un leggero inchino. È un gesto di rispetto verso gli altri e la loro cultura.

  2. Rispetto per il Re e la Famiglia Reale: È importante astenersi da commenti o comportamenti che possano essere interpretati come mancanza di rispetto nei confronti del Re e la Famiglia Reale. Il reato è lesa maestà e si rischia il carcere. 

  3. Visita ai Templi: Vestitevi in modo appropriato quando visitate i templi, coprendo spalle e ginocchia. Togliete le scarpe prima di entrare in aree sacre e seguite sempre le indicazioni locali per comportarvi in modo rispettoso. 

  4. Rispetto delle Statuette di Buddha: Le rappresentazioni di Buddha sono sacre in Thailandia. Non toccate le statuette o gli altari e non vi ponete mai con la schiena verso una rappresentazione di Buddha.

  5. Gestione dei Conflitti: La Thailandia è nota come il Paese del Sorriso, e mantenere un atteggiamento calmo e sorridente, anche in situazioni di disagio, è fondamentale. Evitate di alzare la voce o mostrare apertamente frustrazione.

  6. Rispetto dell’Ambiente: Mantenete pulite le spiagge e le aree naturali che visitate. Non lasciate rifiuti e utilizzate cestini per i rifiuti quando disponibili.

  7. Interazione con gli Animali: Come discusso in precedenza, interagite con gli animali in modo responsabile. Evitate attrazioni che sfruttano gli animali e non alimentate animali selvatici.

  8. Fotografie: Chiedete sempre il permesso prima di fotografare persone, specialmente in contesti rurali o in luoghi di culto. Rispettate la privacy e le tradizioni locali.

  9. Negoziazione: Mentre negoziare i prezzi è comune nei mercati, fatelo sempre con rispetto e senza esagerare. Ricordate che quello che può sembrare un piccolo importo per voi, può avere un grande valore per il venditore locale.

  10. Apprendimento e Curiosità: Mostrate interesse e apertura verso la cultura thailandese. Fare domande e cercare di apprendere da ogni esperienza vi arricchirà e vi permetterà di stabilire connessioni più profonde con le persone che incontrate. Non cercate di dare un senso a tutto ma limitatevi ad accettarlo. 

 

Oltre ai principi base di rispetto e cortesia, ci sono delle vere e proprie perle di saggezza che possono trasformare il vostro viaggio in Thailandia in un’esperienza autentica e rispettosa. Ecco le dritte “pro” alla Giulietta per navigare la cultura thailandese con eleganza e consapevolezza:

 

  • Abbigliamento in Pubblico: Evitate di girare a torso nudo per le strade o in motorino. Anche se il caldo può invogliare a spogliarsi, il rispetto per le norme locali di decoro è fondamentale. 

  • Uso Corretto del Wai: Il Wai, il saluto tradizionale thailandese, non è necessario in ogni interazione. Con il personale di servizio, come camerieri, un semplice “grazie” è più appropriato. Ricordate, “khob khun krap” se siete uomini e “khob khun ka” se siete donne.

  • Mostrare Rispetto nello Spazio Condiviso: Quando dovete passare davanti a qualcuno, specialmente in luoghi ristretti come i corridoi dei supermercati, abbassatevi leggermente o inclinate il capo come segno di rispetto. Questo gesto è apprezzato e riflette la vostra consapevolezza delle norme di cortesia locale.

  • Interazioni ai Banchi e nei Negozi: Quando effettuate un pagamento, è prassi consegnare i soldi direttamente nelle mani del cassiere, evitando di lasciarli sul bancone. Questo piccolo gesto è visto come segno di rispetto e considerazione.

  • Mantenere la Calma: La cultura thailandese pone grande valore sulla calma e la non aggressività. Evitate di innervosirvi o di fare polemiche, specialmente con le autorità come la polizia. Un approccio pacato e rispettoso è sempre la scelta migliore.

  • Rispetto dei Prezzi: Nei negozi dove i prezzi sono chiaramente esposti, non è prassi contrattare. Rispettate i prezzi fissati per mantenere un’atmosfera cordiale e di rispetto reciproco.

  • Evitare Sceneggiate “All’Italiana”: Anche se può essere tentante mostrare il proprio disappunto in modo vivace, come si potrebbe fare in Italia, in Thailandia è meglio adottare un approccio più misurato. La pacatezza e la diplomazia sono valori molto apprezzati.

  • Discrezione nelle Dimostrazioni Affettive: La Thailandia, pur essendo un paese accogliente e aperto ai visitatori, conserva una cultura piuttosto riservata riguardo alle dimostrazioni affettive in pubblico. È consigliabile evitare gesti di affetto troppo espliciti, come baci appassionati, specialmente in luoghi pubblici o sacri. Mantenere un comportamento discreto rispetta la sensibilità locale e contribuisce a una convivenza armoniosa tra turisti e comunità thailandesi.

10. Informazioni Utili per il Viaggio in Thailandia

Prepararsi per un viaggio in Thailandia significa anche conoscere alcuni contatti e risorse che possono tornare utili durante la vostra permanenza. Ecco una lista di numeri di emergenza, enti turistici e servizi vari che potreste necessitare:

 

Polizia ed Emergenze Generali: 191

Emergenza Medica: 1669

Pompieri: 199

Polizia Turistica: 1155 – Per assistenza diretta ai turisti.

Soccorso Stradale: +66 2 9395770 – Per assistenza in caso di problemi con il veicolo.

Servizi Turistici: 1672 – Per informazioni generali sul turismo in Thailandia (TAT call center)

 

Enti e Organizzazioni

 
  • Bangkok Airport Animal Quarantine Station:

    • Indirizzo: Room 308, Cargo Terminal, Bangkok Intl. Airport, Vibha-Vadee Rangsit Road, Bangkok 10210
    • Telefono: +66 2 6351540
    • Fax: +66 2 5351210
 
 

Servizi Utili

  • Convenienza: I 7Eleven sono aperti anche di notte, offrendo una vasta gamma di prodotti per ogni necessità.

  • Trasporti: Per i taxi, le app Grab e Bolt sono ampiamente utilizzate e affidabili.

  • Cibo d’Asporto: Food Panda e Grab offrono servizi di consegna cibo a domicilio, per gustare le delizie locali comodamente.

  • Spedizioni Locali: Grab offre anche un servizio per inviare oggetti o documenti in zona tramite driver.

  • Ristoranti: Generalmente non è necessaria la prenotazione e si può mangiare a ogni ora, con un’ampia varietà di opzioni disponibili.

 

Queste informazioni vi aiuteranno a navigare con maggiore facilità e sicurezza la vostra esperienza in Thailandia, rendendo il vostro soggiorno ancora più piacevole e senza intoppi. Per maggiori info su Phuket contattaci a info@viaggiaphuket.com

Condividi:

Facebook
X
Telegram
WhatsApp
Cerca

categorie

post recenti

cosa fare a phuket quando piove
10 errori da non fare in vacanza a Phuket
quanto costa vivere a Phuket
Racha Yai, Noi e Coral Island Viaggia Phuket-45
viaggia phuket market phuket town

LEGGI LA GUIDA GRATUITA DI PHUKET (in arrivo!)

Leggi e salvati sul telefono la guida completamente gratuita di Phuket.

PRENOTA ORA I TOUR

Prenota ora, hai la cancellazione gratuita entro 24H.

whatsapp

Contattaci su WhatsApp (solo messaggi) per ottenere assistenza gratuita per le tue vacanze a Phuket

×